Luoghi imperdibili #3

Buon giorno a tutti, oggi dalle mie parte ci siamo svegliati con la neve! non so voi dalle vostre parti, comunque oggi siamo al terzo episodio di luoghi imperdibili ricordo sempre che se vi siete persi gli altri due episodi di andarli a leggerli, la scorsa volta avevo accennato di luoghi veramente particolari e molto interessanti be devo dire che anche oggi non sarà da meno ne ho trovati alcuni veramente stupendi e curiosi! dopo questa breve introduzione possiamo incominciare subito!

  • Bolivia

Cattura 0003.PNG

Questo luogo che possiamo vedere dall’immagine può sembrare ghiacciato ma in realtà diciamo di no la sua storia è un po particolare! ci troviamo in Bolivia precisamente nel Salar de Uyuni, che è il più grande specchio del mondo. Ma come avviene questo effetto che porta a formare questo enorme specchio, la risposta è semplice, durante il periodo delle piogge pensate che scherzo ci propone la natura il più grande deserto di sale del mondo si converte in uno specchio, ipotizzando che l’acqua con il sale faccia sì che si formi questo effetto convertendolo in uno specchio. Il Salar è parecchio vecchiotto infatti nacque quando diversi laghi preistorici si unirono formando un solo grande mare chiuso.

  • Cina

Cattura 89.PNG

Le grotte sono un posto che può essere molto pericoloso se non lo si conosce bene ma può essere molto affascinante soprattutto dalle sfumature di mille colori che possiamo trovare e dalla sua enorme storia che si cela dietro nel tempi antichi. Qui in particolare come vediamo nell’immagine ci troviamo in Cina a Guilin in particolare nelle grotte di Reed Flute, questo sistema di grotte è bello grosso, sono circa 240 metri di lunghezza ed è una delle attrazioni più visitata in Cina e come detto sopra è bella vecchiotta a circa 1.200 anni. All’interno possiamo trovare stalagmiti, stalattiti e colonne che si sono create con l’erosione dell’acqua e molto altro ancora allora perché non farci una visitina!

  • Maldive

Cattura 96.PNG

Chi non vorrebbe recarsi una volta nella vita in questo paradiso incontaminato, che si cela nel mar delle stelle nell’isola di Vaadhoo. Possiamo trovare questo insolito spettacolo della natura che come sempre ci stupisce ogni volta, infatti durante il giorno ma più meglio visibile durante la notte la spiaggia si anima, si popola di vita, questi piccoli microbi marini chiamati Fitoplancton provocano questo luccichio che sembra di colore bianco e azzurro che dona alla spiaggia quel tocco magico!

  • Siberia

Cattura 49.PNG

Visto che oggi siamo in tema invernale con il freddo e la neve in alcuni posti perché non citare un ottimo posto immerso dal duro freddo! Stiamo parlando della Siberia dove qui le temperature scendo molto sotto lo zero, infatti nel lago Baikal che è un lago molto antico, grande e abbastanza profondo, in questo periodo invernale si congela ma ha con se una particolarità che l’acqua è molto chiara da far intravedere i suoi 40 metri di profondità sotto lo strato di gelo. Invece nel mese di Marzo che diciamo è un po più caldo ma non troppo il sole provoca delle crepe sulla superficie lasciando apparire dei frammenti di ghiaccio di color turchese che vediamo nell’immagine. Che dire posto molto affascinante da vedere per i temerari che amano il freddo!

Siamo giunti alle conclusioni se vi è piaciuto l’articolo vi invito a ricambiare con tanti like, altrimenti per qualsiasi opinione oppure altro potete lasciare un commento, un saluto da Fabio!

Annunci

Applicazioni particolari #5

Eccoci ritornati da come avevo annunciato ieri in un nuovissimo episodio della rubrica applicazioni particolari, doveva uscire oggi figure professionali ma se avete letto l’articolo di ieri per vari impegni non ho molto tempo di scrivere quindi faccio solo articoli meno impegnativi. Comunque è da un po che non la riportavo addirittura dal 19 dicembre possiamo dire dall’anno scorso! comunque bado alle cavolate possiamo subito incominciare l’articolo e ricordo sempre se vi siete persi gli altri 4 episodi li potete trovare sempre nella cartella “Applicazioni”.

  • Marcopolo

Cattura 21.PNG

Iniziamo con questa applicazione davvero curiosa che possiamo trovare gratuita sia su Android che IOS, posso ammettere che è davvero particolare ma mi sembra dal leggere dalla descrizione molto facile e anche divertente da usare, in pratica trasforma i nostri smartphone in dei walkie talkie, solo che l’unica differenza è che invece di comunicare con la voce lo si farà tramite dei video. Molto utile per persone che sono nelle vicinanze oppure non si riescono ad incontrarsi per via di impegni, si possono creare anche delle chat tutti insieme dei veri e propri gruppi in modo da comunicare in modo veloce e diciamo divertente sfornando dei video che ci strappano quattro risate!

  • Inbox

Cattura 77.PNG

Sui nostri cellulari soprattutto chi utilizza Android siamo molto frequenti usare e controllare i messaggi di posta elettronica tramite l’applicazione che tutti conosciamo bene che è Gmail. Ma in tanti non conoscono l’esistenza di questa applicazione disponibile solo sui dispositivi Android, stiamo parlando di Inbox, sviluppata sempre da Google e permette di organizzare meglio il tutto tramite delle funzionalità sarà possibile mettere in risalto alcune e-mail oppure realizzare dei gruppi dove radunare i messaggi che parlano di un certo contenuto. Diciamo che è un applicazione che può risultare utile per essere più precisi e organizzativi con i messaggi!

  • Pooplog

Cattura 37.PNG

Il simbolo dice tutto! ma non vorrei essere troppo volgare mi cercherò di limitarmi! questa applicazione che la possiamo trovare su Android e non crederete che esista realmente ma esiste risulta utile ma poco conosciuta. La salute è molto importante per tutti infatti questa applicazione inserendo alcuni dati come ad esempio quante volte ci si reca al bagno oppure altre tipologie di dati ci monitora la nostra attività intestinale, il tutto con il risultato di alcuni grafici interattivi ci farà riuscire a capre come funziona il nostro intestino. Potrebbe essere considerata bizzarra ma sembra risultare utile!

  • Google Arts e Culture

Cattura 51.PNG

Passiamo ad un argomento più serio, questa applicazione creata da Google e disponibile sempre su Android e IOS è un ottimo strumento che ci permette di esplorare parchi e monumenti il tutto tramite questi tour virtuali. Ma la curiosità più interessante è che possiamo ammirare tutto ciò da molto vicino proprio nei minimi dettagli dell’opera che stiamo cercando e come accennato prima si possono fare dei tour virtuali dei musei direttamente dal proprio dispositivo mobile poi se a qualcuno piace quel tipo di museo di sicuro potrebbe andarlo a visitare realmente nelle vita reale. Quindi anche questa è un applicazione molto utile che ci permette di scoprire nuovi luoghi!

Con questo è tutto se vi è piaciuto vi invito a ricambiare lasciando like, altrimenti per opinioni oppure volete consigliarmi qualche app poco conosciuta che avete trovato e scaricato potete lasciare un commento, in salutone da Fabio al prossimo articolo!

Architetture particolari #2

Salve a tutti! da come potete intuire dal titolo e dalla gioia di qualche lettore sono ritornato su un secondo episodio di architetture particolari! me lo avevate chiesto già due di voi di riportarlo e mi avete fatto capire che vi è piaciuto lasciando anche parecchi like. Ma molti di voi si staranno chiedendo ma oggi non dovevi riportare applicazioni particolari che doveva essere diciamo il quinto episodio, vi spiego bene, avevo detto che le due diciamo serie del mercoledì e giovedì non andavano affatto bene e che riportavo un  altro episodio per vedere come andavano però sono diciamo molto impegnative dal fatto di ricerca che devo basarmi su parecchi siti per ricevere informazioni, allora non avevo molto tempo con me a disposizione quindi ho deciso di riportare architetture particolari forse giovedì farò uscire app particolari oppure figure professionali.

  • Islanda

Cattura 82.PNG

Questa maestosa chiesa centro di luogo di culto luterano, chiamata Hallgrimur oppure Hallgrímskirkja non ditemi come si pronuncia che non lo saprei nemmeno io! è la struttura architettonica più alta di tutta l’Islanda sono circa 75 metri, la possiamo trovare in Islanda terra molto fredda, ma da un lato molto affascinante nella capitale a Reykjavik facilmente visibile da qualunque angolo della città. Questa chiesa non è stata costruita in due giorni! pensate che venne commissionata nel 1937 si iniziò la costruzione vera e propria nel 1945 e fu completata dopo 38 anni di lavoro nel 1983. Solo ad immaginare che al campanile ci sono in tutto 29 campane ed è composta all’interno da un magnifico organo a canne.

  • Germania

Cattura 19.PNG

Questo palazzo tutto sgargiante di colori e dalla forma un pochino strana lo possiamo trovare, visitare e anche abitarci visto che è un complesso residenziale, lo troviamo in Germania in particolare a Darmstadt e viene chiamato Forest Spiral oppure anche Waldspirale. Questa costruzione è un quasi recente si attesta negli anni 90 per poi essere finito nel 2000, contiene circa 105 appartamenti e anche garage, una volta c’erano comprese anche attività commerciali ma ad oggi non ci sono più, per i più piccoli è predisposto un parco giochi nel cortile con un laghetto artificiale. La sua stranezza consiste che l’edificio è a forma di “U” non seguendo un vero e proprio rettangolo, anche le finestre hanno tutte una forma diversa e ogni tanto spunta fuori qualche albero! il tetto è verde con vari arbusti, fiori e erba e in tutto sono 12 piani, che dire veramente curioso da abitarci!

  • Belgio

Cattura 434.PNG

Non ci si può abitare ma come monumento da visitare certamente è davvero curioso, stiamo parlando dell’Atomium che si trova nel parco Heysel di Bruxelles in Belgio. Anche questo ha la sua età infatti è stato costruito per l’esposizione universale del 1958, il corpo è fatto esclusivamente di acciaio e rappresenta i nove atomi di una cella unitaria di un cristallo di ferro, il perché di questa costruzione è semplice in quell’epoca c’era molto lo sviluppo della scienza nel mondo diciamo era un tema molto importante. Alto circa 102 metri quindi di più della chiesa che ho citato prima e con un diametro di 18 metri, una curiosità è che si può entrare all’interno delle sfere ma non tutte e godere di un ottimo panorama!

  • USA

Cattura 91.PNG

Qualcuno di voi folowers mi aveva citato questa struttura, spero sia questa! che le mie ricerche non siano andate come tempo perduto! Il Ray and Maria Stata Center progettato per il Massachusetts Insitute of Technology (MIT), l’edificio è stato aperto per l’occupazione iniziale il 16 marzo 2004, che ospitava il laboratorio di radiazioni di Cambridge infatti al suo interno è composto di molti  piccoli auditori e anche parecchi laboratori, nel piano terra invece ci sono delle mostre storiche di alcuni progetti realizzati dagli studenti. Costruito sul sito del vecchio edificio abbattuto nel 1998 e hanno deciso di costruire qualcosa di strano! ma diciamo ha avuto un po di problemi di struttura in quanto ci sono state delle perdite, distacco di murature e altre piccoli cedimenti che sono stati risolti nel 2010 la struttura è veramente particolare, ci sono molte foto che potete trovare in internet ve lo dico perché anche l’interno è molto curioso!

Siamo giunti alle conclusioni se vi è piaciuto vi invito a lasciare tanti like, altrimenti per opinioni oppure volete consigliarmi qualche strana struttura potete farlo lasciando un commento un saluto alla prossima!

 

Viaggi e luoghi da scoprire #5

Buon giorno a tutti, rieccola qui anche la rubrica del martedì che siamo già al quinto episodio, questa è la rubrica diciamo più storica del sito visto che la porto dall’inizio, ricordo sempre che se vi siete persi gli altri quattro articoli li potete trovare sempre nella cartella “viaggi” che è tutto separato e in ordine.

Prima di cominciare piccolo accenno per i nuovi followers o chi legge per la prima volta l’articolo, in questa rubrica mi piace portarvi a conoscenza dei bellissimi luoghi che ho potuto visitare durante la mia vacanza/studio nell’isola di Malta. In questo episodio in particolare la scorsa volta avevo accennato di cosa avrei parlato, vi porterò alla scoperta del villaggio di pescatori di Marsaxlokk.

Cattura 97.PNG

Marsaxlokk oppure detto più comunemente Marsa Scirocco, è un piccolo villaggio di pescatori meta di molti turisti per il suo enorme mercato di pesce e non solo anche molti altri articoli come souvenir, ma oltre questo possiamo trovare tanti luoghi come il centro abitato dove soffermarsi a riposare gustando qualche piatto tipico come i ristoranti che sono sempre affollati.

Diciamo anche che è il porto più caratteristico e tipico, il suo nome significa “porto dello scirocco”, situato nella zona sud-est dell’isola di Malta, come accennato sopra non posso non continuare a parlarvi del mercato del pesce che è uno dei più ricchi dell’isola, dove possiamo trovare numerose specie di pesci dal pesce spada, il tonno, la lampuga e chissà  quante altre specie di pesci ci sono ancora! catturati in abbondanza nel periodo tra primavera e autunno, il pescato lo potete trovare sabato o domenica direttamente al porto altrimenti lo vendono a La Valletta.

Cattura 92.PNG

Cattura 83.PNG

Nella prima immagine posso farvi comprendere che non scherzano mica con il pesce! mentre nella seconda come riferivo sopra ci sono molte alte specialità, ma qui in questo villaggio di pescatori possiamo trovare anche la caratteristica imbarcazione Maltese il cosiddetto “Luzzo” che è molto carina nel complesso ammetto che ci ho comprato anche un souvenir a forma di portachiavi della barca, lo so che non ve ne importa niente! molto bella soprattutto con i colori belli vivaci e sgargianti ora la mostro nella foto seguente, l’imbarcazione nella foto non si vede ma presenta degli occhi dipinti di origine egiziana che secondo la tradizione proteggono la barca dalla sventura.

Cattura 67.PNG

Storia del villaggio di Marsaxlokk;

Nello scorso articolo vi avevo parlato della collinetta che avevo varcato e dietro c’erano le piscine di St. Peter Pool infatti a nord della baia di Marsa Scirocco si trova la collina di Tas-Silg in questo sito archeologico  si possono trovare dei resti di templi e inoltre nella zona circostante vennero trovati anche dei reperti dell’età del bronzo, per farvi capire che le fondazioni di questo posto sono veramente antiche. Il periodo però più importante del sito va comunque dalla fine del VI secolo a.C. fino al I secolo a.C. perché la collina venne impiegata come sito religioso con un tempio dedicato ad Era quindi luogo di molti pellegrinaggi, infatti vennero trovati numerosi reperti simboli di culto della dominazione Fenicia e Greca, successivamente il tempio venne adibito come monastero. Il paese una volta era molto abitato successivamente negli anni si è un po spopolato, ma non ha perso molto, lo fondarono i Fenici che giunsero nell’isola intorno al IX secolo a.C. e più in là venne attaccato e saccheggiato dai Turchi.

Siamo giunti alle conclusioni se vi è piaciuto l’articolo lasciate tanti like altrimenti se avete una vostra opinione potete lasciare un commento, un saluto da Fabio al prossimo articolo!

Traditional food or drinks from Marche #4

Salve a tutti! siamo ritornati alle solite rubriche, oggi che è lunedì e ricominciamo con il quarto episodio dei cibi o bevande tipici delle mie zone, per portare a conoscenza a voi lettori di quante cose buone mi circondano! ricordo che se siete nuovi lettori oppure vi siete appena iscritti al mio sito e vi è piaciuto questo articolo, non potete perdervi gli altri tre assolutamente quindi li trovate sempre nella categoria citata sotto l’articolo, dopo questa breve parentesi iniziamo subito!

Cattura 16.PNG

Non sapendo in quale articolo inserirlo nelle feste quindi ve ne parlo ora visto che c’era la rubrica! perché questo dolce è tipo delle feste natalizie ma si può mangiare anche tutto l’anno, stiamo parlando dei Cavallucci.

I cavallucci rappresentano una ricetta tradizionale tramandata delle nonne marchigiane che in gergo più usato dalle mie zone per descrivere la signora che ama farli oppure la nonna, si dice “la vergara”, ed è una ricetta molto tipica per la categoria dolci, ma ormai che i tempi sono avanzati li troviamo ovunque dai fornai al supermercato, facendo ricordare a tutti i sapori di una volta!

I cavallucci vengono chiamati così perché la loro forma ricorda il dorso e le zampe di un cavallo, infatti da come vediamo nell’immagine che ho posto sopra, le vergare incominciavano a prepararli a San Martino, il fatto è semplice perché il quel periodo si poteva trovare dell’ottimo vino nuovo da accompagnare con i cavallucci, ma la produzione non quella di fabbrica ma quella solita delle vergare che ogni tanto sfornavano quantità enormi di cavallucci! continuava tutta la stagione fredda. Questa tradizione nasce molto tempo fa in quei periodi di cui si viveva di ciò che dava la terra, la campagna e si mangiava poco ma salutare per riprendersi dalle attività sui campi.

In che zone si possono trovare?

I cavallucci sono tipici delle mie zone per fortuna, visto che sono molto ghiotto di dolci! si trovano in tutta la regione Marche ormai ma sono più tipici della zona del maceratese, vi posso dire qualche posto come Cingoli, Apiro, Filottrano e altri posti ancora.

Ma come è fatto questo dolce?

Questo dolce è molto sostanzioso una vera e propria bomba energetica! quando lo mangi diciamo ti sazia a dovere, visto che racchiude al suo interno una varietà di sapori infiniti possiamo trovare al suo interno: il mosto cotto, fichi secchi, canditi, uvetta, cioccolato, noci, mandorle, arancia grattugiata, caffè e mollica di pane con sopra una bagnatina di alchermes. Come potete vedere sono tutti ingredienti semplici che molti di loro già li possiamo prendere dalla campagna, altri invece vanno acquistati direttamente al supermercato. Però non sono proprio questi gli ingredienti perché variano da paese a paese ognuno ha le sue usanze, però i più usati sono quelli detti sopra, poi ognuno ci mette il suo tocco, come qualcuno che ci mette il caffè nel ripieno oppure niente alchermes, oppure chi li taglia a rondelle una volta chiusi, diciamo è un infinità di modi di farli!

Se volete farli e cercate la ricetta, ne trovate a palate, vi volevo inserire il link qui sotto per chi voleva farli, ma non essendo esperto di cucina non so minimamente quale è la ricetta giusta! perché si sa ci sono delle ricette scritte male oppure manca qualche  ingrediente, allora scegliete voi! mi raccomando però cercate “cavallucci marche ricetta” visto che i cavallucci si trovano sotto altra forma anche in altre regioni.

Con questo è tutto breve ma intenso e ricco di sapori! spero di avervi fatto venire fame, se vi è piaciuto vi invito a lasciare mi piace, altrimenti per qualsiasi opinione lasciate un commento, un saluto da Fabio alla prossima!

 

Curiosità sul 6 gennaio

Buona domenica a tutti e soprattutto buona Epifania, siamo giunti alla fine delle feste come passa il tempo! domani ricomincerò la settimana con le solite rubriche che vi avevo accennato questa settimana se ve lo siete persi si intitolava “programmi per il 2019”, comunque non ho postato molti articoli sull’epifania solo uno visto che non avevo tempo per fare delle ricerche però oggi volevo portare qualche cosa inerente alle curiosità dal mondo del giorno 6 gennaio, allora iniziamo subito!

  • Francia

Cattura 5.PNG

Oggi in Francia l’epifania la festeggiano in modo particolare, infatti oggi è il giorno dei re, il dolce tipo più mangiato è quello che vediamo nell’immagine, questa torta chiamata semplicemente “gallette de rois” che sarebbe in italiano torta dei re, che ha come caratteristica la sua rotondezza e piatta. Ma una curiosità di questo dolce è che al suo interno nell’impasto viene amalgamato un fagiolo oppure una fava e chi lo trova per primo mangiando questa torta diventa re oppure regina della giornata!

  • Spagna

Cattura 6.PNG

Invece in Spagna ieri 5 gennaio, i bambini avevano usanza secondo la tradizione di riempire di paglia oppure di grano le scarpe, ma perché lo fanno? il fatto è che il grano o la paglia servano a far mangiare i cammelli dei re magi stanchi dal viaggio, le appendono sui balconi o davanti la porta di casa. Il giorno seguente il 6 gennaio, trovano al loro interno vari doni come biscotti, caramelle o addirittura regali tutto al posto del grano o della paglia.

  • Germania

Cattura 11.PNG

In Germania in particolare in Baviera i bambini nella notte tra il 5 e il 6 gennaio hanno usanza di girare per le case segnandole con una scritta “KMB” che sarebbe un acronimo di nomi dei tre magi e in più aggiungono anche il numero dell’anno scorso. Tutto ciò serve secondo tradizioni a dare il benvenuto ai magi e ricevere prosperità tutto l’anno.

  • Russia

Cattura 14.PNG

Ci spostiamo nella fredda Russia, qui secondo il calendario ortodosso il 6 gennaio in pratica si celebra il Natale, ma secondo la tradizione i regali per i più piccoli vengono portati dal cosiddetto “Padre Gelo” che viene cortesemente accompagnato da “Babushka” che sarebbe una simpatica vecchietta simile alla befana che è una sorta di aiutante per Padre Gelo infatti lo aiuta ha distribuire tutti i doni ai più piccoli.

Siamo giunti alle conclusioni se ti è piaciuto ti invito a ricambiare lasciando un bel mi piace altrimenti per opinioni come sapete bene potete lasciare un commento un saluto da Fabio alla prossima!

Luoghi leggendari

Buon sabato a tutti followers! oggi da come avete letto dal titolo scriverò di un’altra idea che mi era venuta in mente insieme ad architetture particolari che vi è piaciuto parecchio l’articolo a riguardo e quindi di sicuro riporterò un altro episodio, comunque ci ho pensato sopra ed ho deciso di chiamarla “luoghi leggendari” non vi svelo il perché ma leggendo l’articolo potete comprendere tutto!

Piccolo accenno come sempre prima di iniziare, questa idea mi è venuta in mente proprio perché mi piace sempre fare ricerche in merito a posti fantastici che magari non esistono, oppure oggetti sacri nascosti in giro per il mondo, questa cosa mi affascina sempre, allora mi son detto anche qui perché non portare un articolo e vedere se piace questa cosa anche ad altri, poi semmai porto altri episodi, quindi senza che mi divulgo troppo iniziamo subito!

  • Irlanda

Cattura 47.PNG

Ci troviamo nel cuore delle foreste irlandesi come vediamo nell’immagine, qui possiamo trovare il cosiddetto regno fatato il Knockma Hill, che secondo una leggenda sarebbe la porta d’accesso al regno fatato di Finvarra. Dietro a tutto ciò si nasconde una storia molto curiosa che secondo la leggenda un re rapì una giovane promessa in moglie ad un nobile per sposarla, il nobiluomo scavò una via nella collina per salvarla ma tutto il lavoro svolto era vanificato di notte dalle fate aiutanti del re, così l’uomo cosparse di sale la collina e Finvarra le restituì la donna. Piccola curiosità di questa storia è che sulla collina attualmente ad oggi è visibile un solco sulla collina,  quindi la leggenda sarà vera?

  • Egitto

Cattura 63.PNG

In Egitto si celano molti segreti dalle piramidi alle tombe dei faraoni egizi, questa città che ad oggi sembra introvabile un tempo si chiamava Thinis, che secondo una fonte in cui viene citata nel libro del regno dei morti forse era la capitale di Menfi oppure un centro religioso del culto di Osiride. Questa antica città egizia che molti dicono si trovi vicino Girga, ma gli archeologi non la trovano! e nessuno può ancora dire se è realmente esistita!

  • Inghilterra

Cattura 57.PNG

Spero che molti di voi hanno riconosciuto dall’immagine di cosa stiamo parlando, non potevo fare a meno di non citarlo! un posto che è fantastico mi ha sempre appassionato, se vi dicessi la spada nella roccia, i cavalieri della tavola rotonda, re Artù e tanto altro ancora cosa vi fanno pensare? ovviamente a Camelot! che molti ricercatori hanno sempre cercato di trovare la sua esistenza e la sua ubicazione ma fino ad oggi senza successo, che forse potrebbe trovarsi in uno di questi tre luoghi; Glastonbury, Winchester o Colchester.  Chissà mai se un giorno riaffiorasse alla luce!

  • Yucatan

Cattura 8.PNG

La civiltà dei Maya ci ha sempre affascinato anche per le sue teorie che per fortuna non si sono realizzate! ma questo luogo che hanno scoperto nello Yucatan chiamato Xibalba, che secondo molti è l’aldilà dei Maya. Ci sono molte vie d’accesso per arrivare a questa caverna che è un vero e proprio labirinto di templi di pietra e di piramidi che si estende su quattordici caverne di cui qualcuna è anche sott’acqua e gli archeologi hanno trovato molti corredi funerari e non solo anche resti di sacrifici umani per le divinità infere. Non mi ci avventurerei tanto in queste grotte!

Siamo giunti alle conclusioni, quindi riepilogando se vi è piaciuto l’articolo e magari volete che porti un secondo episodio visto che ho fatto delle ricerche ho trovato un mare di informazioni lasciate tanti like, altrimenti per un opinione potete lasciare un commento un salutone da Fabio al prossimo articolo!